L’esperienza di Renato Faverani arricchisce gli arbitri ragusani

IMG-20171123-WA0050Si scrive un’altra bella pagina della storia della Sezione, con la programmata riunione obbligatoria di venerdì 17 novembre che lascerà il segno. Una lezione di tecnica calcistica attraverso aneddoti o rievocazioni di episodi; di maturità calcistica attraverso le varie tappe della vita associativa; una lezione di norme comportamentali che rappresentano il top per un arbitro o assistente che dir si voglia.
Questo è stato Renato Faverani: quasi due ore di excursus attraverso le esperienze personali maturate su centinaia di campi di gioco e in qualsiasi competizione o campionato. Un tempo lunghissimo per mantenere alta l’attenzione, ma nessuno dei presenti ha manifestato stanchezza nell’ascoltare l’ex assistente di Nicola Rizzoli nella finale dei campionati mondiali di Rio de Janeiro del 2014, unitamente all’altro italiano Andrea Stefani. E poi ancora tanti ricordi rievocati per essere da stimolo ai ragazzi che domenicalmente scendono sul terreno di gioco, siano essi in qualità di arbitro o come assistente. E dall’alto della sua grandissima esperienza di assistente arbitrale – sempre al top nelle sue prestazioni e da sempre considerato il numero uno mondiale – non ha lesinato suggerimenti sui modi per ottenere costantemente prestazioni ottimali.
Oggi Renato Faverani, opera da dietro una scrivania ma il cuor suo è sempre finalizzato a trasmettere ai giovani le dritte necessarie per migliorarsi. Da Componente della Commissione della Lega Pro, nella quale operano gli associati ragusani Rosario Spata, Luigi Bellassai e Martina Bovini, Renato Faverani è sempre in giro per l’Italia per andare a vedere il percorso degli arbitri che operano nel difficilissimo campionato gestito dalla CAN PRO.
Una serata da incorniciare per la Sezione, durante la quale l’ospite si è soffermato su alcuni video per fare capire ai presenti come la concentrazione sia la componente principale per un assistente e per il direttore di gara, che devono essere sempre in grado di dare la giusta lettura alla gara nella quale sono impegnati. Felicissimo il Presidente della Sezione, Andrea Battaglia: «Questi eventi danno lustro alla nostra Sezione ed al nostro modo di fare sport. La presenza di Renato Faverani ha avuto un grande impatto sui nostri associati e sarà sicuramente positiva per il futuro di tutti noi».
La conclusione della riunione si è avuta con la consegna di alcuni gadget all’illustre ospite. Poi il convivio serale.

Giovanni Calabrese

Il benvenuto a Francesco Saia

11_1-2

L’Amministrazione Comunale della città di Ragusa, nel corso di una solenne cerimonia il 6 novembre scorso, nell’aula consiliare del palazzo comunale, ha voluto dare il benvenuto nella comunità iblea all’arbitro di serie B Francesco Saia, che da questa stagione sportiva, è a tutti gli effetti un cittadino ragusano, dove si è trasferito e porta avanti le sue attività sportive e lavorative, si allena giornalmente nel polo nazionale istituito recentemente anche a Ragusa grazie alla sua presenza. La targa ricordo di questo importante momento  è stata consegnata dal vice sindaco Massimo Iannucci che ha subito sottolineato come tutta l’Amministrazione Comunale condivide con l’AIA i valori dello sport e continuamente tutelati e sostenuti, e sicuramente la presenza in provincia di un arbitro e un atleta di questi livelli sarà traino per tutta la comunità.  Presenti all’evento, fortemente voluto dal consigliere comunale nonché arbitro e osservatore Massimo Agosta, tutti gli associati della sezione che hanno tributato un caloroso applauso a Francesco.

Riconoscimenti sono stati tributati anche a Martina Bovini, assistente in serie C, e all’intera sezione di Ragusa per “la magnifica realtà che rappresenta nel panorama nazionale e regionale e per l’impegno dimostrato in tutti questi anni”. “Sono stato accolto a braccia aperte da tutti – ha concluso Saia – ed oggi condivido tutti i momenti del percorso sportivo e sociale con la sezione e con la comunità iblea”.

Giuseppe La Barbera
Foto di Francesco Leone

11_4-1 aia11_811_611_5

 

 

Il Presidente Battaglia all’Assemblea annuale della delegazione FIGC di Ragusa

IMG-20170922-WA0020

A Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, venerdì scorso si è tenuta l’Assemblea annuale della delegazione FIGC provinciale di Ragusa, coordinata dal delegato Claudio La Mattina, che si è dichiarato soddisfatto dei risultati e dei lavori ottenuti in questo primo anno di gestione con tutta la sua squadra. Presente anche il presidente della Regione Rosario Crocetta che nel suo intervento ha sottolineato come il calcio dilettantistico entusiasma molto di più rispetto al calcio professionistico perché non ha interessi extrasportivi e viene fatto con passione e grandi sacrifici.

Invitati all’evento il presidente del Comitato Regionale Sicilia, Michele Cavarretta e il presidente della sezione di Ragusa, Andrea Battaglia

Per Andrea Battaglia, presidente della sezione ragusana, è stato un anno importante di proficua collaborazione tra la FIGC e l’AIA locale, durante il quale sono stati tutelati gli arbitri in tutte le opportune sedi, e si è sempre portato avanti il rispetto delle regole e dei valori etici e comportamentali, in un contesto sportivo sano e partecipativo.

 Il presidente Cavarretta nel suo discorso si è complimentato con Claudio La Mattina per il lavoro svolto la scorsa stagione e i risultati ottenuti, in particolare per la notevole riduzione degli episodi di violenza nei campi della provincia e per l’incremento delle iscrizioni delle società nei campionati del territorio. “Questi incontri – ha concluso Cavarretta – dovrebbero essere più frequenti, per analizzare e confrontarci su aspetti regolamentari, che rappresentano in genere le principali fonti di discussione e di polemiche”.

Un immenso grazie per l’ immane lavoro svolto al nostro Presidente Andrea Battaglia per aver fondato una perfetta collaborazione con la FIGC di Ragusa.

Giuseppe La Barbera

A.I.A Sezione di Ragusa

L’Assemblea organizzativa e tecnica dei Presidenti di Sezione

IMG-20170922-WA0006A Colli del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, l’Assemblea dei Presidenti delle Sezioni AIA italiane. Due giornate durante le quali vengono affrontate tematiche organizzative e tecniche. Dopo un saluto di benvenuto del Presidente del Comitato Regionale Arbitri delle Marche Carlo Ridolfi, l’Assemblea è stata ufficialmente aperta dal Presidente dell’AIA Marcello Nicchi.
Presenti, oltre ai Presidenti delle 209 Sezioni, anche tutto il Comitato Nazionale, i Responsabili degli Organi Tecnici Nazionali, ed i Presidenti dei CRA e CPA. Successivamente ha preso la parola il Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange che, attraverso la visione di filmati, ha analizzato di alcuni episodi con i video test ed ha presentato il materiale didattico.
Sono quindi intervenuti i vari componenti del Comitato Nazionale dell’AIA Alberto Zaroli (che ha presentato la Referee Run e parlato di KPI), Michele Conti (su pratiche come congedi e riammissioni all’AIA), Stefano Archinà (sul progetto dell’OA Day), Umberto Carbonari (sui temi riguardanti la Commissione Paritetica), Giancarlo Perinello (sulla riforma del Regolamento) e Maurizio Gialluisi (sugli adempimenti amministrativi). Filippo Capellupo, Responsabile dell’Osservatorio, ha invece tracciato il bilancio sui dati rilevati agli episodi della scorsa Stagione Sportiva in tema di violenza sugli arbitri.
A seguire sono saliti sul palco i vari Responsabili degli Organi Tecnici Nazionali: Nicola Rizzoli (CAN A), Emidio Morganti (CAN B), Danilo Giannoccaro (CAN PRO), Matteo Trefoloni (CAN D), Andrea Gervasoni (CAI), Angelo Montesardi (CAN 5) e Marcello Caruso (CAN BS). Un saluto è stato poi portato da Gianluca Rocchi in qualità di rappresentante degli arbitri in attività.
Nella prima giornata ci sono stati anche gli interventi di Valerio Di Stasio (Commissione Esperti Legali) che ha presentato il massimario e le attività svolte, e di Simone Mancini (Responsabile della Commissione Informatica) che ha presentato i nuovi progetti dell’AIA in questo settore.
Nella seconda parte dell’Assemblea la presenza del Ministro allo Sport Luca Lotti. “E’ la prima volta che un Ministro partecipa ad evento dell’Associazione Italiana Arbitri – ha detto Nicchi – Sono grato per l’attenzione che le Istituzioni prestano al nostro lavoro”.
Emozionante, durante la riunione, la proiezione di un video con un’intervista inedita a Stefano Farina in cui parla dei giovani e della figura dell’arbitro di calcio.

In rappresentanza della nostra Sezione il Presidente Andrea Battaglia.

Giuseppe La Barbera

A.I.A Sezione di Ragusa

Promozione ed esordio nella CAI per l’ OA Napolitano

IMG-20170916-WA0016 (1)Reduce da un’ottima stagione, segnata dalla persistente dedizione e dalla perfetta preparazione, il nostro OA Giancarlo Napolitano ha ricevuto la meritata promozione nella commissione arbitri interregionali, con conseguente esordio nel match Giardini Naxos – Jonica (0-0) del 6 Settembre c.m.

Il Presidente Andrea Battaglia e l’intera Sezione di Ragusa augurano a Giancarlo una stagione ricca di soddisfazioni.

A.I.A Sezione di Ragusa

Corso Arbitri 2017/2018

IMG-20170913-WA0035Come ogni inizio di stagione sportiva si terrà il corso per arbitri di calcio,che offrirà l’opportunità, ai giovani curiosi e vogliosi, di entrare in questo vasto “mondo”. Il relatore dei “nuovi fischietti iblei” sarà Francesco Saia, arbitro di Serie B, in forza da quest’anno alla Sezione di Ragusa. Una grande occasione per i giovani aspiranti arbitri quella di conoscere in prima persona uno degli arbitri più importanti del panorama italiano. Una fortuna che si presenta per l’intera provincia di Ragusa.Il nostro obiettivo principale è quello di accompagnare tutti coloro che vogliono avventurarsi in questo cammino;perchè l’arbitraggio consente di fare grandi scoperte umane e sportive,conoscere persone,arbitri,giocatori,allenatori,dirigenti,ufficiali di campo,commissari,che attraverso esperienze negative e positive incoraggiano i ragazzi a crescere e migliorare; Il percorso di un aspirante arbitro è una lunga gavetta,molte categorie da superare per arrivare alla gloria,ma la cosa davvero incredibile è questa:chi pratica questa attività risulta afflitto dal virus arbitrale. Infatti, come ama dire l’attuale Vice-Presidente dell‘AIA Pisacreta: “chi pratica questo sport con dedizione, convinzione e passione, sente il bisogno di arbitrare: più si arbitra, più si vorrebbe continuare ad arbitrare, e in assenza di ciò sentiamo un grande vuoto, colmabile solo con l’attività sul campo”. 

Le iscrizioni si concluderanno il 31 Ottobre 2017 ed occorrà, per parteciparvi, inviare tramite e-mail le proprie generalità all’ indirizzo ragusa@aia-figc.it –  o chiamando allo 0932-689046 – fax 685196

I WANT YOU!

A.I.A Sezione di Ragusa

 

Francesco Saia: Un’occasione per tutti!

UDINE, ITALY - MAY 17: referee Francesco Saia (R) shows yellow cart to Shkodran Mustafi of Sampdoria during the Serie A match between Udinese Calcio and Sampdoria at Stadio Friuli on May 17, 2014 in Udine, Italy. (Photo by Dino Panato/Getty Images)

Il trasferimento di Francesco Saia dalla sezione di Palermo a quella di Ragusa è di sicuro l’avvenimento più prestigioso degli ultimi anni per la provincia di Ragusa. Il fischietto della CAN B, già esordiente in Serie A, oltre ad essere un vanto, risulta una grande risorsa per tutti gli arbitri iblei, che godranno della sua partecipazione agli allenamenti, riunioni ed aggiornamenti. A proposito degli allenamenti, grazie al suo arrivo, il Comune di Ragusa ha dato il consenso di effettuarli al “Campo Petrulli”, egregia struttura per affinare la preparazione dei nostri atleti.

Grazie e benvenuto Francesco!

A.I.A Sezione di Ragusa

Una straordinaria Conviviale

IMG-20170730-WA0027Conviviale di fine stagione –ma propedeutica anche all’inizio di quella ormai avviata- per gli arbitri della Sezione Aia di Ragusa. Una conclusione che ha visto la presenza dei vertici regionali dell’Aia, con il presidente Michele Cavarretta e il vice Armando Salvaggio; e poi ancora i componenti Cai Salvo Occhipinti e quello di Beach Soccer Vincenzo Cascone. Puntuale la partecipazione di Saro D’Anna e graditissima quella del presidente della Delegazione provinciale della Figc (unitamente a tutti i componenti) Claudio La Mattina, così come quella di molti presidenti (o vice) della altre sezioni Aia della Sicilia; Stefano Di Mauro (Siracusa), Marcello Terzo (Palermo), Tony Taranto (Catania), Giuseppe Di Gregorio (Enna). Per la soddisfazione del presidente, arbitro benemerito, Andrea Battaglia che nel suo discorso di apertura dei lavori ha manifestato tutta la sua soddisfazione “Per i risultati ottenuti al tirar delle somme finali, che affievoliscono un po’ le amarezze patite nel corso della stagione agonistica”. Soddisfazioni che sono quelle di avere avuto un cospicuo numero di passaggi (o promozioni alle categorie superiori) degli arbitri ragusani in ambito nazionale. “Ci manca –ha sottolineato, il presidente- solamente un direttore di gara che arbitri in Serie A, mentre per il resto siamo presenti in tutte le categorie del calcio a undici nazionale e anche nel Beach soccer”. Discorso molto caloroso nel ricordare gli associati che sono stati premiati con le promozioni e sono (o saranno) da sprono per gli altri a non desistere per raggiungere colleghi che sono arrivati in alto. “Siamo orgogliosi –ha sottolineato, il presidente Andrea Battaglia– di avere da questa stagione fra di noi Francesco Saia (figlio d’arte) inquadrato nella Can B. Può (anzi deve) essere una forza trainante per i giovani arbitri ragusani, che potranno sicuramente acquisire ancora più insegnamenti ed esperienza dall’avere accanto un ragazzo che ha fatto molta strada. L’appartenenza di Ciccio Saia alla nostra sezione avrà sicuramente riflessi positivi e l’augurio che in questo momento mi sento di fare è quello di vederlo presto arbitrare con regolarità nel massimo campionato di calcio italiano, ovvero la Serie A”. Le altre soddisfazioni per la nostra Sezione Arbitri sono quelle del passaggio alla Can C dell’osservatore arbitrale Gigi Bellassai (che raggiunge il già presente Saro Spata), mentre nella stessa categoria arriva Martina Bovini con il ruolo di Assistente. In Serie D si registra la presenza di Peppe Martorina (Osservatore) e alla Cai quella del neo promosso Giancarlo Napolitano. Corposa la presenza nel Beach soccer dove oltre al componente Vincenzo Cascone c’è stata la presenza del nostro rappresentante nazionale Filippo Pancrazi. Altre presenze ed altri portabandiera della nostra sezione a livello nazionale, dal momento che sono a disposizione dell’organo tecnico Can del calcio a 5, Bartolo Burletti, Francesco Amato e Salvatore Cucuzzella. Fra una portata ed un’altra del pranzo proposto dallo chef della sala “La Chimera” di Modica si è dato corso alla premiazione a ricordo dei passaggi e/o della conviviale stessa. Le targhe ricordo sono state per Gigi Bellassai, Martina Bovini, Giancarlo Napolitano, Vincenzo Cascone, Ciccio Saia, Michele Cavarretta, Armando Salvaggio, Filippo Tilaro, Saro D’Anna, Salvo Occhipinti, Claudio La Mattina, Paolo Spadaro, Roberto Massari, Alex Cicciarella, Gianni Bidelli. Per i colleghi che si sono distinti a livello regionale i simboli del ricordo sono andati a Lorenzo Armenia, Salvatore Di Lorenzo, Alberto Amore, Andrea Burletti, Carmelo Boncoraglio, Orazio Attardi, Antony Lisa, Giuseppe Saracino, Vincenzo Carnemolla, Salvo Taschetto, Nunzio Bertino, Michele Petrolo. Il tradizionale taglio della torta ha sancito la fine della conviviale che si è protratta fino al tardo pomeriggio, senza che la stessa risultasse noiosa o monotona ed alla quale hanno dato il contributo (ognuno con i propri interventi, tecnici o di opportunità) gli ospiti presenti per ringraziare il presidente Andrea Battaglia e per augurare a tutti gli associati della sezione le migliore fortune per la nuova stagione agonistica.

GIOVANNI CALABRESE

A.I.A Sezione di Ragusa