Il presidente Andrea Battaglia al 90° della sezione di Padova

IMG-20171206-WA0000Sabato 2 Dicembre, la sezione “Bruno Bellini” di Padova ha festeggiato il 90° anno dalla fondazione con ben oltre duecento invitati, tra cui il nostro presidente, che hanno preso parte alla festa svoltasi nel Centro Culturale San Gaetano. La presenza di invitati come il Presidente Nazionale Marcello Nicchi, il Presidente del CONI Veneto Gianfranco Bardelle, l’Assessore allo Sport del Comune di Padova Diego Bonavina, il Presidente del Comitato Regionale Veneto LND Giuseppe Ruzza, il Presidente del Comitato Regionale Arbitri del Veneto Dino Tommasi e la sua squadra, oltre al direttore della Rivista “l’Arbitro” Carmelo Lentino hanno reso la serata un momento associativo di assoluto rilievo, che ha rievocato i grandi fasti passati della Sezione veneta, accogliendo per l’occasione tutti i suoi membri storici e le figure che l’hanno resa grande.
Nell’auditorium del San Gaetano l’evento ha avuto il suo inizio con un emozionante video racconto, recitato live dall’attore Fabio Albertin, che ha ripercorso i 90 della storia della Sezione di Padova. Quindi, è salita sul palco Angela Schiavo, che con classe e professionalità ha presentato tutta la manifestazione, cedendo poi la parola al Presidente Scarpelli, che dopo aver salutato con grande affetto tutti i presenti, ha avviato la celebrazione di un anniversario importantissimo che ricorda “la storia lunga, gloriosa e significativa portata avanti da uomini che hanno segnato pagine importanti dell’AIA e del Calcio; un patrimonio inestimabile al quale attingere per ispirare il nostro presente e costruire il nostro futuro”. Dopo un lungo applauso, ha continuato affermando come “la Sezione di Padova, forte degli insegnamenti e dei maestri del suo passato, è prontissima ad affrontare le sfide future e saprà a raggiungere traguardi sempre più importanti”.
Subito dopo, i riflettori hanno puntato Carmelo Lentino e il Presidente Marcello Nicchi, che insieme al moderatore Pierpaolo Spettoli, giornalista de ” Il Gazzettino”, hanno piacevolmente portato ai presenti delle considerazioni riguardo al libro “Il fischietto e il pallone”, Rubbettino Editore, nato per raccontare il mondo arbitrale dall’interno, lontano da quella prospettiva televisiva o comunque tradizionale dei direttori di gara, per poter parlare della lunga storia di questa Associazione, tutta da valorizzare. Al termine della presentazione, il Presidente Nicchi ha voluto lasciare un suo messaggio personale per i 90 anni della Sezione di Padova: “Bisogna fare tesoro del nostro passato, a Padova sono passate figure che ci hanno dato tantissimo, invidiati nel mondo per il modo di insegnare e di insegnarmi personalmente: ora li ritrovo in Sezione a dare nuovamente a chi c’è ora. Se il calcio è cambiato, la passione arbitrale è rimasta la stessa, e questo è l’insegnamento più grande. Il mio ringraziamento più sincero va a loro”. Le parole del Presidente, ascoltate con la massima attenzione dall’auditorium del San Gaetano, hanno dato un sigillo preziosissimo ad una serata dal valore inestimabile. Un ricco aperitivo nell’agorà della location ha fatto da intermezzo, prima di un piacevole concerto di musica classica, regalata dalla Società Musicale “Orchestra da Camera”.
La cena di gala e i ricchi omaggi distribuiti ai presenti hanno poi incorniciato una serata piena di emozioni, che ha fatto fare un vero e proprio viaggio nella storia della Sezione di Padova, con un orecchio teso ai molti giovani che continuano a portare il nome di Padova in ogni angolo d’Italia, ogni domenica. Il Novantesimo, tassello fondamentale nella storia di questa Sezione, è un traguardo che è stato celebrato con l’attenzione che merita un evento del genere, ma senza dimenticare la spinta propulsiva che una ricorrenza del genere deve trasmettere alle ultime leve che rappresentano il presente e il futuro di questa gloriosa Associazione.

Per Andrea Battaglia, oltre a portare il saluto di tutti gli associati della sezione ragusana, è stato un momento per reincontrare amici e colleghi della sezione veneta, perché dal 1979 al 1984 è stato arbitro in organico a Padova e ha ricoperto il ruolo di vice segretario.

maggiori dettagli in www.aia-figc.it e www.aiapadova.it, negli articoli di Giovanni Boato e Marco Gabrielli.

Nella foto in alto Andrea Battaglia con Marcello Nicchi e Antonino Condemi; nella foto 2 con Condemi, il componente del Comitato Nazionale Giancarlo Perinello e il presidente della sezione di Padova, Alessandro Scarpelli; nelle altre foto diversi momenti della serata.

IMG-20171206-WA0001 14575 footer4_14575 footer5_14575

Al Presidente dell’AIA Marcello Nicchi la cittadinanza onoraria di Comiso

1“Per avere, in qualità di presidente dell’AIA, promosso e difeso i valori fondamentali dello sport, contro ogni violenza, affermando l’idea e il principio che il calcio, attraverso il gioco di squadra, la lealtà, la disciplina, il rispetto per l’avversario e per le regole, diventi uno straordinario strumento di coesione sociale, di convivenza pacifica, di tolleranza, di promozione dei diritti umani”. Con queste motivazioni la città di Comiso, in provincia di Ragusa, ha conferito ieri la cittadinanza onoraria a Marcello Nicchi. “E’ con grande emozione che divento Cittadino Onorario di questa bellissima città – ha detto il Presidente dell’Associazione Italiana Arbitri – Sono molto legato alla mia terra, alla mia Toscana, alla mia Arezzo, ma da oggi porterò onore e gratitudine nel mio cuore a questa mia nuova seconda casa”.

La cerimonia, alla presenza delle massime autorità civili, sportive e religiose della provincia, si è tenuta nella sala del consiglio comunale della cittadina ragusana. Prima della consegna dell’alto riconoscimento, di particolare rilievo gli interventi del Sindaco di Comiso, Filippo Spataro, del presidente del Consiglio Comunale Luigi Bellassai, del presidente del Comitato Regionale Sicilia, Michele Cavarretta, del delegato provinciale FIGC Claudio La Mattina, del rappresentante del vescovo, del presidente della sezione AIA di Ragusa Andrea Battaglia, il deputato Matteo Orfini e il deputato regionale Giuseppe Di Giacomo, che hanno sottolineato il valore profondo del rispetto delle regole, e l’importante e straordinario strumento di aggregazione, di integrazione e di crescita che lo sport rappresenta.

Un evento di straordinaria rilevanza associativa per la sezione, fortemente voluto e organizzato nei minimi dettagli dal vice presidente vicario e presidente il Consiglio Comunale di Comiso Luigi Bellassai, vissuto intensamente, a cui nessuno degli associati è voluto mancare, partecipando attivamente. Numerosi anche gli ospiti che hanno arricchito e dato maggiore risonanza all’avvenimento con la loro presenza, come Rosario D’Anna (osservatore CAN B), Salvatore Marano (componente CAN D), Salvatore Occhipinti (componente CAI), Gigi Flaccomio (settore tecnico). E’ stata anche l’occasione per presentare e donare agli ospiti il nuovo gagliardetto della sezione, un bel lavoro svolto da Antony Lisa.

DSCF2832 DSCF2908 DSCF2910 DSCF2851 DSCF2854 DSCF2856 DSCF2865 DSCF2872 DSCF2925 DSCF292935

Terza RTO con Bovini e Spadaro

1Terza Riunione Tecnica Obbligatoria tenuta da Martina Bovini e Paolo Spadaro sulla figura dell’Assistente Arbitrale, soffermandosi in particolar modo sulle caratteristiche e sul ruolo che da qualche anno a questa parte sono ormai diventati notevolmente impegnativi, evolvendosi e in cui sono necessarie preparazione e grande diligenza e sollecitudine. Martina, assistente alla CAN D per il terzo anno, e Paolo, assistente in Eccellenza, hanno focalizzato le caratteristiche principali che deve avere un assistente: concentrazione, allineamento, collaborazione e rapidità, con l’ausilio di filmati che ritraevano gare dirette da entrambi, rispondendo alle numerose domande dei giovani partecipanti.

Seconda RTO con Rosario Spata e Claudio La Mattina

IMG-20161021-WA0001Venerdì scorso Riunione Tecnica con Rosario Spata, vice presidente e osservatore in CAN PRO, e Claudio La Mattina, delegato della FIGC di Ragusa.

Dopo la premessa del presidente Andrea Battaglia, Rosario Spata ha affrontato il tema dell’arbitro prima durante e dopo la gara, soffermandosi in particolare sugli aspetti tecnici, tattici e comportamentali, con dovizia di particolari e trasferendo soprattutto ai più giovani tutta l’esperienza e le competenze maturate nella sua carriera da arbitro, assistente e osservatore.

Significativa la visita del delegato provinciale della FIGC Claudio La Mattina che ha illustrato le iniziative e gli eventi che dall’inizio del suo mandato ha posto in essere per la tutela dell’arbitro e della sua figura, nei confronti di tutte le componenti del mondo calcistico, indicando anche le modalità per l’invio dei referti e i contatti con il Comitato stesso. Presente anche il componente del Comitato Provinciale FIGC Giuseppe Balzano.

Consigli e indicazioni di come rapportarsi con il Comitato, delle modalità e della tempistica di recapito dei referti sono stati delucidati dal vice presidente onorario e da quest’anno delegato AIA presso la delegazione provinciale FIGC Michele Tasca.

A concludere la riunione, il presidente Andrea Battaglia, che dopo aver ringraziato gli ospiti per la loro presenza, ha concluso con un intenso e coinvolgente discorso per stimolare i giovani arbitri a dare il massimo in tutte le loro attività e trarre le maggiori emozioni da ogni tappa del loro percorso.

Foto di Paolo Spadaro.

IMG-20161021-WA0004IMG-20161021-WA0003 IMG-20161021-WA0000

Prima Riunione Tecnica con Luigi Bellassai

1Il codice etico e comportamentale è stato il tema della prima Riunione Tecnica della stagione, tenuta dal vice presidente vicario Luigi Bellassai, venerdì 7 ottobre alle ore 19,30. Attraverso le slide, sono state illustrate e analizzate tutte le norme comportamentali ed etiche degli associati, nel rispetto dello statuto, delle regole e dei rapporti interpersonali in ambito associativo e nella vita quotidiana, soffermandosi in modo particolare sull’uso corretto dei social.

Ha aperto la riunione il presidente Andrea Battaglia, che ha comunicato le modalità operative sulla compilazione dei referti e dell’invio degli stessi al Giudice Sportivo. Presente anche il presidente regionale della Associazione Italiana Calciatori Gino Giacchi.

Foto di Paolo Spadaro

23 4

Immagini dai Raduni Regionali

DSCF2864Dal 29 agosto fino al 13 settembre gli arbitri, gli assistenti e gli osservatori siciliani sono stati impegnati con ritmi serrati negli stage che si sono tenuti a Piazza Armerina, ad Agrigento, a Messina e a Catania, sottoponendosi ai test atletici e tecnici. Tutti hanno riportato ottimi risultati, ma in particolare, Filippo Pancrazi è stato premiato al Raduno del Calcio a 5 di Piazza Armerina, per aver ottenuto il miglior punteggio nei test interattivi, assieme al collega Alessandro Ensabella della sezione di Enna.  Ecco alcuni momenti nelle immagini:

 

 

 

 

51Pancrazi Gruppo Ecc Ragusa DSCF3118 DSCF3117 DSCF3113 Cucuzzella Cucuzzella Pancrazi DSCF278117 DSCF2672 Ragusa 15140Pancrazi

20150911_141717

Bidelli e Gambuzza superano il Corso di Aggiornamento Osservatori Arbitrali

2 RagusaGianni Bidelli e Antonino Gambuzza hanno partecipato e superato il Corso di Aggiornamento per Osservatori Arbitrali, iniziato ieri alle 9,30 a Palermo nella sede del CRA, al quale hanno preso parte 26 osservatori siciliani. La commissione era composta da Giancarlo Perinello, componente del Comitato Nazionale, Giuseppe Raciti, presidente del Comitato Regionale Sicilia, Duccio Baglioni (Firenze) e Natale Colella (Crotone) del Settore Tecnico. Presenti anche il vice presidente CRA Armando Salvaggio, il coordinatore Salvatore Marano, il segretario Salvo Di Marco, e i componenti Luigi Pillitteri, Orazio Postorino, Giuseppe Velardi, Vincenzo Zampardi.

E’ stata una giornata molto impegnativa, prima con i test interattivi, le disposizioni e gli aggiornamenti impartiti poi con la visionatura congiunta in una gara del campionato di Allievi, e infine la compilazione della relazione finale. Molto soddisfatto il presidente Andrea Battaglia per il meritato riconoscimento di Bidelli e Gambuzza. “Continueranno a dare – ha sottolineato il presidente – come hanno già fatto, il loro contributo di esperienza e di impegno a tutta la nostra sezione”.

1 Ragusa 3 Ragusa 4 Ragusa

Boncoraglio e Corallo neo osservatori

102Hanno superato con molta preparazione e molto impegno gli esami finali per gli aspiranti osservatori, tenuti ad Acireale il 29 marzo scorso, dove sono stati attesi da una giornata particolarmente impegnativa a conclusione di un corso di aggiornamento che ha avuto come luoghi d’incontro prima Catania, poi Caltanissetta e infine Acireale. La mattina visionatura congiunta in una partita di giovanissimi al vecchio impianto sportivo di Acireale con il giovane direttore di gara Davide Ramella della locale sezione, poi in sezione per la stesura della relazione e i quiz interattivi, e infine l’esame orale. Da oggi Carmelo Boncoraglio e Angelo Corallo si aggiungono agli osservatori già in forza della sezione e quanto prima saranno impegnati per i loro primi incarichi.

 

 

 

 

 

101 103104105106 107

Boncoraglio e Corallo al Secondo Concentramento Osservatori

2A Caltanissetta, sabato 14 marzo, Carmelo Boncoraglio e Angelo Corallo, hanno partecipato al Secondo Concentramento Osservatori, assieme ad altri 25 aspiranti osservatori provenienti da tutta la regione. L’intensa giornata di lavoro, dopo i saluti del presidente del Comitato Regionale Arbitri, Giuseppe Raciti, del vice presidente Armando Salvaggio, del coordinatore Salvatore Marano e del presidente della sezione di Caltanissetta Calogero Schifano,  si è sviluppata con i quiz tecnici, le direttive da parte di Armando Salvaggio e Orazio Postorino, e la approfondita lezione di Gigi Flaccomio e Giovanni Vetri del Settore Tecnico. Nel pomeriggio tutti al campo sportivo per la visionatura congiunta del giovane Andrea Gennuso della sezione nissena in una gara del campionato di Allievi Regionali.

 

 

135