Il presidente Andrea Battaglia al 90° della sezione di Padova

IMG-20171206-WA0000Sabato 2 Dicembre, la sezione “Bruno Bellini” di Padova ha festeggiato il 90° anno dalla fondazione con ben oltre duecento invitati, tra cui il nostro presidente, che hanno preso parte alla festa svoltasi nel Centro Culturale San Gaetano. La presenza di invitati come il Presidente Nazionale Marcello Nicchi, il Presidente del CONI Veneto Gianfranco Bardelle, l’Assessore allo Sport del Comune di Padova Diego Bonavina, il Presidente del Comitato Regionale Veneto LND Giuseppe Ruzza, il Presidente del Comitato Regionale Arbitri del Veneto Dino Tommasi e la sua squadra, oltre al direttore della Rivista “l’Arbitro” Carmelo Lentino hanno reso la serata un momento associativo di assoluto rilievo, che ha rievocato i grandi fasti passati della Sezione veneta, accogliendo per l’occasione tutti i suoi membri storici e le figure che l’hanno resa grande.
Nell’auditorium del San Gaetano l’evento ha avuto il suo inizio con un emozionante video racconto, recitato live dall’attore Fabio Albertin, che ha ripercorso i 90 della storia della Sezione di Padova. Quindi, è salita sul palco Angela Schiavo, che con classe e professionalità ha presentato tutta la manifestazione, cedendo poi la parola al Presidente Scarpelli, che dopo aver salutato con grande affetto tutti i presenti, ha avviato la celebrazione di un anniversario importantissimo che ricorda “la storia lunga, gloriosa e significativa portata avanti da uomini che hanno segnato pagine importanti dell’AIA e del Calcio; un patrimonio inestimabile al quale attingere per ispirare il nostro presente e costruire il nostro futuro”. Dopo un lungo applauso, ha continuato affermando come “la Sezione di Padova, forte degli insegnamenti e dei maestri del suo passato, è prontissima ad affrontare le sfide future e saprà a raggiungere traguardi sempre più importanti”.
Subito dopo, i riflettori hanno puntato Carmelo Lentino e il Presidente Marcello Nicchi, che insieme al moderatore Pierpaolo Spettoli, giornalista de ” Il Gazzettino”, hanno piacevolmente portato ai presenti delle considerazioni riguardo al libro “Il fischietto e il pallone”, Rubbettino Editore, nato per raccontare il mondo arbitrale dall’interno, lontano da quella prospettiva televisiva o comunque tradizionale dei direttori di gara, per poter parlare della lunga storia di questa Associazione, tutta da valorizzare. Al termine della presentazione, il Presidente Nicchi ha voluto lasciare un suo messaggio personale per i 90 anni della Sezione di Padova: “Bisogna fare tesoro del nostro passato, a Padova sono passate figure che ci hanno dato tantissimo, invidiati nel mondo per il modo di insegnare e di insegnarmi personalmente: ora li ritrovo in Sezione a dare nuovamente a chi c’è ora. Se il calcio è cambiato, la passione arbitrale è rimasta la stessa, e questo è l’insegnamento più grande. Il mio ringraziamento più sincero va a loro”. Le parole del Presidente, ascoltate con la massima attenzione dall’auditorium del San Gaetano, hanno dato un sigillo preziosissimo ad una serata dal valore inestimabile. Un ricco aperitivo nell’agorà della location ha fatto da intermezzo, prima di un piacevole concerto di musica classica, regalata dalla Società Musicale “Orchestra da Camera”.
La cena di gala e i ricchi omaggi distribuiti ai presenti hanno poi incorniciato una serata piena di emozioni, che ha fatto fare un vero e proprio viaggio nella storia della Sezione di Padova, con un orecchio teso ai molti giovani che continuano a portare il nome di Padova in ogni angolo d’Italia, ogni domenica. Il Novantesimo, tassello fondamentale nella storia di questa Sezione, è un traguardo che è stato celebrato con l’attenzione che merita un evento del genere, ma senza dimenticare la spinta propulsiva che una ricorrenza del genere deve trasmettere alle ultime leve che rappresentano il presente e il futuro di questa gloriosa Associazione.

Per Andrea Battaglia, oltre a portare il saluto di tutti gli associati della sezione ragusana, è stato un momento per reincontrare amici e colleghi della sezione veneta, perché dal 1979 al 1984 è stato arbitro in organico a Padova e ha ricoperto il ruolo di vice segretario.

maggiori dettagli in www.aia-figc.it e www.aiapadova.it, negli articoli di Giovanni Boato e Marco Gabrielli.

Nella foto in alto Andrea Battaglia con Marcello Nicchi e Antonino Condemi; nella foto 2 con Condemi, il componente del Comitato Nazionale Giancarlo Perinello e il presidente della sezione di Padova, Alessandro Scarpelli; nelle altre foto diversi momenti della serata.

IMG-20171206-WA0001 14575 footer4_14575 footer5_14575

Boncoraglio e Corallo al Secondo Concentramento Osservatori

2A Caltanissetta, sabato 14 marzo, Carmelo Boncoraglio e Angelo Corallo, hanno partecipato al Secondo Concentramento Osservatori, assieme ad altri 25 aspiranti osservatori provenienti da tutta la regione. L’intensa giornata di lavoro, dopo i saluti del presidente del Comitato Regionale Arbitri, Giuseppe Raciti, del vice presidente Armando Salvaggio, del coordinatore Salvatore Marano e del presidente della sezione di Caltanissetta Calogero Schifano,  si è sviluppata con i quiz tecnici, le direttive da parte di Armando Salvaggio e Orazio Postorino, e la approfondita lezione di Gigi Flaccomio e Giovanni Vetri del Settore Tecnico. Nel pomeriggio tutti al campo sportivo per la visionatura congiunta del giovane Andrea Gennuso della sezione nissena in una gara del campionato di Allievi Regionali.

 

 

135

La visita di Diego Roca

IMG_9917E’ stata grande la partecipazione degli associati per la gradita visita di Diego Roca in occasione della riunione tecnica obbligatoria di martedì 24 febbraio. Il pomeriggio si è aperto con un allenamento presso la struttura di atletica di contrada Petrulli al quale lo stesso Roca ha preso parte, nonostante le avverse condizioni meteo con violenti scrosci di pioggia e il forte vento. Un’ora e mezza d’intenso allenamento che ha visto la partecipazione di alcuni nostri associati che hanno colto al volo la possibilità di potersi confrontare e trarre utili consigli nella preparazione atletica.
La serata è proseguita presso la sala “Giovanni Portelli” piena per l’importante evento e che ha visto anche la numerosa partecipazione dei giovani colleghi dell’ultimo corso. La riunione è stata aperta dal nostro presidente Andrea Battaglia che ha dato il benvenuto all’ospite e presentato tutto l’organico sezionale.
Quella tenuta da Roca è stata una vera e propria lezione, quasi due ore, durante la quale sono stati proiettati dei video riguardanti lo stesso arbitro pugliese e sui quali si è dibattuto e aperto un confronto. I filmati hanno dato l’occasione per parlare di “tecnico” ma anche della collaborazione tra arbitro e assistenti ed è stata rilevata l’importanza della preparazione atletica e della concentrazione per affrontare nel modo migliore le gare. Inoltre Roca ha anche posto l’accento sui valori che sono pilastro per l’arbitraggio ma che sono di fondamentale importanza anche nella vita di tutti i giorni. L’arbitraggio viene dopo la famiglia e il lavoro, poiché è un hobby, ma va preso con passione e dedizione anche nei più piccoli particolari. Rivolgendosi ai colleghi più giovani li ha invitati a credere in quello che fanno e sognare nella vita, perché solo con la passione e la volontà si raggiungono gli obiettivi. E nessun obiettivo è precluso. La lezione si è chiusa con la proiezione di una foto di Roca con la sua famiglia sulla quale era riportata una citazione di una famosa canzone di Ligabue: <<Sono sempre i sogni a dare forma al mondo, sono sempre i sogni a fare la realtà>>.
In conclusione della riunione sono stati consegnati a Roca il gagliardetto della sezione di Ragusa e l’ultimo annuario del CRA Sicilia, da parte de presidente Battaglia, dei doni da Massimo Agosta e da Gigi Bellassai, in rappresentanza dei comuni di Ragusa e Comiso, e dei dolci tipici da parte del collega Giovanni Di Lorenzo. Non potevano mancare le foto ricordo con le quali soprattutto i più giovani vorranno conservare il ricordo di questa interessantissima lezione.
La cena presso un ristorante del capoluogo ragusano ha chiuso la serata.

PAOLO SPADARO

Tutte le foto dell’evento sono disponibili nella Photogallery (foto di Paolo Spadaro)

Week end di esordi

IMG_2050L’ultima settimana di febbraio è una delle più ricche per la sezione di Ragusa infatti si concretizzano ben tre esordi, ognuna importante a suo modo, in quanto sudata e meritata.

Emozioni che condivideranno, insieme, i nostri due amici associati Carmelo Davide Gurrieri e Giuseppe Cirnigliaro, nel ruolo di arbitro l’uno e di secondo assistente l’altro; la gara che arbitreranno, valevole come venticinquesina del girone di eccellenza sarà San Pio X – Taormina, che avrà inizio sabato 28/02/2015 alle ore 15:00 a Mascalucia.

cultreraIl terzo esordio è quello in prima categoria del giovanissimo Samuele Cultrera, che arbitrerà la gara Città di Canicattini contro l’ Arcobaleno Ispica, valevole come ventunesima giornata del campionato di prima categoria; la gara si sisputerà a Canicattini domenica alle 15:00 del 01/03/2015.

Dai ragazzi NOI TIFIAMO PER VOI.

 Antonino Macca

Burletti al raduno CAN 5

36099278Il 14-15 febbraio si è svolto uno degli ultimi raduni di metà campionato della classe arbitrale.

Il raduno ha avuto luogo a Tivoli Terme ed ha coinvolto l’organico della CAN 5, in particolar modo gli arbitri e gli osservatori.

Anche la sezione di Ragusa era presente al suddetto raduno, ben rappresentata dal collega Bartolo Burletti, il quale ha egregiamente superato sia i test atletici che i quiz tecnici.

Bartolo ha sino ad ora affrontato la stagione in modo esemplare, nonostante l’etichetta di neo immesso; ciò si evince dai risultati e dagli apprezzamento che traspaiono in ambito nazionale.

La forza ed il rigore mentale di Bartolo sono quelli giusti per poter raggiugere ben oltre ogni obiettivo, da lui prefissato; questo si intuisce anche solo dialogando con lui; dalle sue parole, infatti, si percepisce la determinazione ed i sacrifici che occorrono per poter ben figurare, portando in alto il nome di una sezione e perché no, anche della propria persona.

La forza ce l’hai, il sostegno del Presidente Andrea Battaglia e di tutta la tua sezione anche, non ci saranno ostacoli che non puoi o potrai superare, vai e sarai sempre più forte, anche perché NOI TIFIAMO PER TE.

AUGURI.

Antonino Macca

Cliccando sul link potrete leggere lo svolgimento del raduno sulla pagina nazionale http://www.aiacancinque.it/raduno-can5-a-tivoli-terme/

Carmelo Gurrieri inquadrato tra gli arbitri di eccellenza

IMG_2050E’ arrivata la tanto attesa lettera.

Per chi si impegna tanto, ha l’età dalla propria parte e ci crede fortemente, prima o poi il traguardo prefissato diventa raggiungibile. Ed anche questa volta è stato centrato.

Il nostro collega ed amico Carmelo Davide Gurrieri è stato inquadrato tra gli arbitri che dirigeranno i massimi campionati di calcio siciliani, andando a rafforzare l’organico regionale e soprattutto sezionale degli arbitri di eccellenza.

Questa promozione è stata rincorsa e vissuta in ogni sua fase da tutta la sezione di Ragusa, ed il presidente, Andrea Battaglia, e noi tutti associati ci rallegriamo per il risultato conseguito.

Vai Carmelo, abbiamo e continueremo a dirti NOI TIFIAMO PER TE.

Antonino Macca

Filippo Pancrazi in Serie C1

Filippo PancraziAltro esordio nella sezione di Ragusa. Sabato 14 febbraio 2015, infatti, esordirà in Serie C1 di calcio a 5 Filippo Pancrazi. Filippo sarà impegnato sul parquet di Augusta nella gara Villa Passanisi C5 Brucoli – Pro Gela nel ruolo di arbitro 2, in collaborazione con Andrea Firrarello della sezione di Acireale.

Da parte del presidente Andrea Battaglia e da tutta la sezione di Ragusa vanno le congratulazioni a Filippo per l’ottimo risultato conseguito.

Piccitto in Promozione

picciottodaniele2Sabato, 7 febbraio alle ore 15:00, sul comunale di Belvedere Città Giardino, il nostro collega Daniele Piccitto, ha esordito in promozione dirigendo l’incontro tra squadra locale, il Belvedere, ed il Santa Croce.

Ecco le emozioni raccolte a caldo, dall’emozionato collega.

  • Innanzitutto complimenti caro Daniele. Raccontaci come hai vissuto il tuo esordio in Promozione (sin dall’arrivo della lettera)?

È stata una grandissima emozione ricevere la lettera dove mi si comunicava che avrei esordito in promozione, ho chiamato subito il Presidente, Andrea Battaglia, il quale si è complimentato con me della bella notizia; poi ho condiviso la mia gioia con tutti coloro che mi hanno incoraggiato ed aiutato da quando, il primo giorno, sono entrato in sezione

Il martedì successivo è arrivata la mia prima partita in promozione e da allora la settimana è                    trascorsa molto velocemente. Arrivato il giorno della gara ho pensato che da quel momento    avrei iniziato un’avventura tutta nuova.

Quando sono arrivato al campo mi sono subito concentrato e ho iniziato a studiare terreno di gioco, squadre e dirigenti.

Il fischio d’inizio è stato il più entusiasmante fino ad ora provato; ha dato in me coraggio e determinazione che ho cercato di mantenere sino alla fine della gara.

 

16124367199_324d67bba7_bHai avuto la collaborazione degli Assistenti Arbitrali ufficiali, vuoi dirci come ti sei trovato con loro nella gara d’esordio?

Ho sentito, sin da subito, una grande pressione su di me, e contattare gli assistenti Salvatore Runza e Giuseppe Santuccio di Siracusa mi ha permesso di formare da subito una squadra, scaricare un po’ di nervosismo ed instaurare un ottimo rapporto, che è diventato anche di amicizia.

I miei due colleghi sono stati determinanti durate la partita, soprattutto in quegli attimi d’indecisione che possono essermi capitati nei 90 minuti, questo perché tra noi si era creata una collaborazione fatta di fiducia reciproca.

 

  • 16308690421_d7de399e93_hTi senti di ringraziare qualcuno per questo tuo esordio?

Il primo che voglio ringraziare è mio Padre, il quale mi ha sempre accompagnato in tutte le partite, mi ha sostenuto ed ha fatto molti sacrifici per starmi vicino nelle gare più complicate.

Mi sento di dire Grazie al mio Presidente Andrea Battaglia il quale ha riposto in me grande fiducia, si è congratulato con me per le mie buone prestazioni e mi ha dato i giusti scossoni che servivano nei momenti difficili.

Inoltre un mio ringraziamento va alla sezione tutta, ma in particolare agli arbitri ed assistenti, che mi hanno insegnato tutto quello che c’è da sapere sulle gare di promozione e sulla collaborazione tra i componenti della terna.

Carissimo Daniele tutta la sezione si complimenta con te, augurandoti di raggiungere l’obiettivo successivo a quello che ora ti sarai già prefissato.

Noi tifiamo per Te.

Antonino Macca

 

nella prima foto il collega Piccitto in primo piano, nelle altre due il collega durante due fasi di gioco.