News

13 Dic

Gaetano Intagliata ospite della sezione di Ragusa

Quando uno o più soggetti non presenziano a qualche (importante) appuntamento si suole dire che gli assenti hanno avuto torto a non prendervi parte. E mai come in occasione dell’ultima R.T.O. tenuta nei locali sezionali di Via Archimede a Ragusa questo eufemismo ha calzato a pennello per coloro i quali non sono stati presenti; per svariati motivi, da quelli personali a quelli lavorativi o ancora perché fuori sede. Una Riunione Tecnica Obbligatoria con la presenza di un importante collega che fino alla scorsa stagione calcava campi delle società professionistiche italiane in quanto operava da Assistente Arbitrale che risponde al nome di Gaetano Intagliata. Appartenente alla Sezione Aia di Siracusa e da questa stagione componente della Commissione Arbitri Regionale, l’illustre ospite ha intrattenuto i presenti sulle metodologie applicative del regolamento gioco calcio. Introdotto da una breve presentazione dal presidente della Sezione, arbitro benemerito Andrea Battaglia, ha sviluppato una relazione interessante per i colleghi impegnati sul terreno di gioco nella funzione principale del direttore di gara e per coloro i quali operano –invece- da assistenti. Sono stati proiettati dei filmati sulle valutazioni del fuori gioco e sui comportamenti di intervento o meno degli Assistenti ma anche del direttore di gara. Con le sfumature o i particolari che fanno elevare le prestazioni dei colleghi quando si interviene correttamente. Intervento si, intervento no. Questo è stato il dilemma nell’osservare i filmati nel corso dei quali si sono potuti appurare come anche colleghi che operano in campo internazionale possono –a volte- cadere in errori di valutazione. Una carrellata di immagini che sono stati seguiti con interesse dai più giovani colleghi che sono impegnati settimanalmente nei due maggiori campionati di calcio della Sicilia. La R.T.O. è stata arricchita dagli interventi di Rosario Spata, componente del Settore Tecnico, e dal componente della Commissione CAN D Francesco Saia. Il tutto finalizzato a trasmettere ai giovani arbitri presenti l’esperienza necessaria per offrire prestazioni ottimali sul terreno di gioco. Una riunione stimolante per raggiungere traguardi importanti in ambito regionale, propedeutici a quelli fuori dai confini regionali. Al termine della relazione da parte di Gaetano Intagliata (dal sottoscritto visionato in due occasioni all’inizio della sua carriera arbitrale) sono stati menzionati e premiati i colleghi che hanno debuttato o debutteranno nella categoria maggiore di quella dove attualmente sono stati impiegati. David Rimmaudo per l’esordio in Seconda categoria; Giuseppe Guastella e Bartolo Causarano per quello in Terza categoria e, infine, quella più gratificante di Alberto Natale Amore nel campionato di Eccellenza. Campionato al quale aspirano di arrivare i colleghi Montevergine e Carnemolla. La consegna a Gaetano Intagliata di alcuni gadget -che rappresentano il territorio ibleo- ha chiuso la riunione tecnica.

Related Posts