News

30 Nov

Giannoccaro: “Regolamento ed allenamento alla base di tutto”

nella foto, il Presidente sezionale Pivato (a sinistra) consegna un omaggio all’ospite.

Sezione di Castelfranco V.
La settima riunione tecnica obbligatoria stagionale per la sezione di Castelfranco Veneto è stata un
appuntamento tra i più importanti finora data la presenza nella serata di
venerdì 15 Novembre del Commissario CAI Antonio Danilo Giannoccaro e di alcuni suoi
componenti tra cui Maurizio Toscano, Roberto Branciforte e il nostro associato
Giuliano Vendramin.
La serata tenutasi presso il prestigioso Hotel Fior di Castelfranco è iniziata
con il rituale saluto del Presidente sezionale che ha poi lasciato spazio ad Antonio che ha
intrattenuto tutti gli associati in una gradevolissima serata ricca di
confronti, aneddoti della sua carriera e momenti di crescita.
Nella passata stagione sportiva dopo una permanenza di 10 anni nella
massima serie, non essendo internazionale, viene dismesso vantando al termine della sua carriera 101 gare in Serie A; il 2 luglio termina la sua carriera arbitrale sul campo e due giorni dopo
intraprende quella da dirigente dopo il conferimento dell’incarico come
Commissario della Commissione Arbitri Interregionale.
Nel corso della serata discutendo dei vari episodi accaduti nella sua lunga
carriera arbitrale, Giannoccaro ha ricordato come tutto gira intorno a due caratteri
fondamentali: l’allenamento e il regolamento, aspetti essenziali per l’arbitro.
Un paragone che ha colpito molto tutti gli associati è stato quando ha
paragonato la sezione ad uno spogliatoio di una squadra: “Frequentate la
sezione e state insieme ai colleghi e parlate, confrontatevi, datevi consigli
come le squadre di calcio durante la settimana si chiudono nel loro spogliatoio
e parlano”.
Continuando: “Siate arbitri sia dentro che fuori dal campo, perché l’arbitraggio vi da una possibilità enorme: di essere migliori anche nella vita e
nelle vostre scelte. Avete la possibilità che tanti ragazzi come voi non hanno,
sfruttatela al meglio”.
A conclusione di una serata che difficilmente si scorderanno tutti i presenti dato il notevole momento di crescita, Giannoccaro ha pregato gli
associati di ascoltarlo nelle sue semplici parole in cui ha detto: “Dedicatevi
completamente a questo sport, perché è in grado di regalarvi soddisfazioni enormi
da tutti i punti di vista. Ricordatevi però di fare quest’attività non
trascurando studio e lavoro”.
Poi prima di salutare tutti con un grossissimo in bocca al lupo ha raccontato
un piccolo episodio della sua carriera mostrando una sua foto nel momento in
cui scendeva in campo nello stadio di Marassi di Genova e un’altra in un campo
di provincia nelle sue prime visionature da Commissario: “Giuro che avevo il
cuore a mille quando sono andato a vedere un mio arbitro in un campo di
provincia e ho provato un’emozione più forte di quando sono sceso quella volta
lì nello stadio di Genova”.

http://www.aia-figc.it/

Related Posts