News

30 Nov

Il nostro Presidente chiamato a rappresentare gli Arbitri Siciliani

(Nella Foto Il Presidente Della Sezione A.I.A. di Ragusa Andrea Battaglia insieme all’arbitro di Serie A Fabrizio Pasqua)

Grande riconoscimento per il nostro Presidente sezionale, arbitro benemerito Andrea Battaglia. Quasi al termine del raduno precampionato della Commissione Regionale Arbitri di Agrigento, e nel corso di una delle tante riunione che si sono tenute, Andrea è stato designato –ed eletto- a rappresentare i presidenti di sezione della Sicilia nel Consiglio Consiglio Centrale dell’AIA. Una nomina che giunge per suggellare un impegno gravoso e difficoltoso teso e finalizzato a fare migliorare gli arbitri ragusani.

Andrea Battaglia, è il primo presidente ragusano ad avere ricevuto un incarico così importante e gratificante, che lo porterà alla sua prima partecipazione alla riunione dei presidenti sezionali prevista per sabato e domenica prossimi (21/22 settembre) a Roma. Se per il nostro presidente giunge un riconoscimento prestigioso, si fanno onore anche i nostri colleghi impegnati nei test atletici-tecnici. La Sezione di Ragusa, con il presidente –arbitro benemerito, Andrea Battaglia- si complimenta con i ragazzi che hanno partecipato ai vari raduni precampionato per le ottime performance ottenute nei test atletici ed in quelli tecnici (tutti idonei).

I primi ad avere sostenuto i test con la Commissione Regionale Arbitri (CRA) sono stati gli Assistenti Arbitrali (una volta la terminologia li indicava come guardalinee) con la presenza della Bovini unitamente ad Agnello, Pagano, Spadaro e Lauretta. Poi gli arbitri di calcio a cinque Denina, Cucuzzella, Amato, Burletti, Peluso, Pignataro, Ricca e l’osservatore Sortino. A seguire, i test hanno interessato gli arbitri di Prima categoria Thabet, Nicastro, Corbino, Massari, Iacona, Baglieri e Taranto.

Maggiori le attenzioni per gli arbitri di Eccellenza e Promozione. Nel massimo campionato regionale arbitreranno Frasca e La Terra (qualcun’altro potrebbe approdarvi nel corso del campionato), e in Promozione Attardi e Gurrieri. La chiusura dei raduni è stata riservata agli Osservatori, Napolitano, Di Lorenzo e Agosta; cioè gli arbitri che ormai non scendono sul terreno di gioco e che si dedicano –invece- alla visionatura (dalle tribune) dei direttori di gara per farli “crescere”.

Intanto per la fine di Settembre è previsto il raduno provinciale che interesserà i giovani direttori di gara a disposizione dell’Organo Tecnico (O.T.) sezionale e degli altri associati anch’essi a disposizione dello stesso O. T.

Related Posts