News

19 Ott

Intervista: L’esordio in Prima Categoria di Vincenzo Carnemolla

Inizia la nuova stagione sportiva e la nostra Sezione lo fa col sorriso, congratulandosi col giovane associato Vincenzo Carnemolla che ha esordito in Prima Categoria prima con la gara di Coppa Sicilia Città di Comiso-Virtus Ispica, conclusasi con un 2-1 per i locali, e la settimana successiva con la prima di campionato girone F Per Scicli-Vizzini, finita col risultato di 2-2.

Abbiamo incontrato Vincenzo per scambiare due chiacchiere insieme.

– Ciao Vincenzo cominciamo parlando un po’ di te (età, interessi, studi):
– Ciao a tutti, sono Vincenzo Carnemolla, ho 18 anni e sono un arbitro della sezione AIA di Ragusa. Studio presso il liceo scientifico “S. Cannizzaro” di Vittoria ed il mio interesse principale è ovviamente il calcio.

– Perché hai deciso di fare il corso arbitri?
– Sicuramente alla base di tutto c’è stato un grande amore per il calcio, che mi accompagna fin dalla più tenera età, ma sicuramente non si tratta solo di questo: desiderio di mettersi in gioco, sfida personale, possibilità di misurarmi con situazioni in cui devo decidere “la cosa giusta” in una frazione di secondo ed infine la possibilità di migliorare le mie capacità di relazione.

– Parliamo dell’esordio. Come hai vissuto i giorni precedenti alla gara?

– I giorni precedenti alla gara sono stati giorni di un’attesa interminabile, ma passati con la consapevolezza di far bene in campo.

– Che differenze hai riscontrato con le gare di categoria inferiore?
– La differenza più grande è stata quella sull’aspetto atletico, il gioco è molto più veloce quindi bisogna adattarsi alle velocità di gioco e questo è possibile solo se ci si allena quotidianamente.

– Prossimi obiettivi?
– Non mi pongo limiti, l’obiettivo principale è un po’ il sogno di tutti, arrivare in Serie A e anche se non accadrà darò sempre il massimo.

– Siamo arrivati alla fine dell’intervista; ringraziamenti?
– Ringrazio il presidente Andrea Battaglia che ha creduto in me, Nunzio Bertino che mi ha portato a conoscere questo ambiente e che con la propria esperienza ha saputo improntarmi alcuni aspetti del regolamento, Michele Tasca che mi ha sempre spronato a dare il meglio in ogni gara ed i vari colleghi che con i propri consigli mi hanno aiutato a crescere e migliorarmi.

Luca Agnello

Related Posts