News

28 Ott

La visita del presidente Raciti in sezione

IMG_9671Grande partecipazione di associati per la tradizionale e puntuale visita alla nostra sezione del presidente regionale del Cra, Pippo Raciti. La sala “Giovanni Portelli” piena come non mai, e per l’occasione rimodulata nella sistemazione del tavolo della presidenza, ha dato il benvenuto all’ospite che era accompagnato dal componente Cra Rizzo. Una piacevole serata alla quale i giovani colleghi degli ultimi due corsi hanno dato un tocco partecipativo che non si vedeva da diverso tempo. Ed il presidente Raciti li ha intrattenuti con i contenuti e le esternazioni che sono il frutto del lavoro che le Commissioni –a tutti i livelli- negli ultimi periodi ha prodotto per contribuire alla crescita dei giovani direttori di gara. Il presidente Raciti, ha ribadito la necessità di una costante e sempre maggiore vita associativa se si vogliono cogliere le occasioni di crescita arbitrale. “Nessuno è escluso nelle aspirazioni di arrivare sempre più in alto –ha ribadito, il presidente- e tutti possiamo ritenerci di «essere in ballo» di poterci (un giorno) arrivare. Vale la meritocrazia, ha detto, con la voglia e la capacità di saper soffrire per superare i momenti non favorevoli che possono sempre esserci nella vita arbitrale. Per quest’ultimo aspetto c’è la sezione ed il presidente che deve essere un punto di riferimento primario per la vostra crescita (tecnica, associativa, umana). La partecipazione alla vita sezionale è di fondamentale importanza –ha continuato il presidente regionale- così come sono importanti partecipare ai corsi di aggiornamento e formazione, agli stage ed ai raduni. L’importanza di questi ultimi è rappresentata dagli ospiti che vi hanno preso parte. Basta ricordare la partecipazione ai nostri raduni di Busacca (componente Uefa) e Trentalange per rendersi conto dello sforzo che la nostra Aia sta facendo per continuare a fare crescere «grandi» colleghi, come nella tradizione arbitrale italiana. La sezione di Ragusa è sulla buona strada –ha concluso il presidente Raciti- sta a voi continuare sulla strada intrapresa della partecipazione e dell’impegno per portarvi lontano”. La replica di Andrea Battaglia è stata quella di un presidente di sezione che da l’anima e tutto quanto nelle proprie possibilità per aiutare a fare crescere «grandi arbitri» pur in un contesto di difficoltà da non sottovalutare. La soddisfazione è, comunque, lampante per come si è conclusa la scorsa stagione (le quattro promozioni ai campionati nazionali) e per l’inizio di quella attuale, che ha preso il via due mesi addietro. “Siamo un gruppo coeso, reattivo e motivato –ha ribadito Andrea Battaglia- per raggiungere ulteriori prestigiosi traguardi, che un tempo non molto remoto ci erano preclusi e che adesso (invece) sono alla nostra portata; se solamente noi stessi sappiamo coglierne il momento opportuno”. La serata si è conclusa con una improvvisata cena a base di rustici tradizionali locali, molto apprezzati dal presidente regionale che ha sollecitato questo tipo di conclusione per agevolare il processo di integrazione e socializzazione fra vecchi e nuovi associati. Ed è stato un successo.

GIOVANNI CALABRESE

Nella Photogallery le foto del nostro associato Paolo Spadaro

 

Related Posts