05 Dic

OBIETTIVO: 1^categoria

Come già evidenziato nei precedenti articoli, nella nostra sezione di Ragusa si sta facendo un grandissimo lavoro, che potremmo definire certosino, alla ricerca di talenti di cui avremo certamente cura e che aiuteremo a sbocciare.

Questo lavoro minuzioso, tra i giovani colleghi, è condotto principalmente dal Presidente Andrea Battaglia coadiuvato dall’impegno di tanti Osservatori Arbitrali, che in linea con le direttive del Presidente, stanno creando i presupposti per una sensibile crescita arbitrale e non solo.

Sino ad ora si sono distinti ben quattro colleghi: Giovanni Arestia, Giuseppe Frasca, Samuele Cultrera ed Alessandro Firera ai quali rivolgiamo un plauso ed una domanda:

 Ragazzi state dimostrando di che pasta siete fatti, ed a quanto pare è proprio buona. Come già sapete, se continuate così, è prossimo il vostro passaggio nei ranghi regionali. Data la vostra giovanissima età, come vi sentite nel sapere che presto potreste andare ad abitare partite di un campionato come quello di prima categoria molto più tecnico ed ostico di quello sino ad ora affrontato?”

 

arestia

Giovanni Arestia:

Mi sento davvero soddisfatto e orgoglioso. Dopo tanti sacrifici ecco una bella soddisfazione. Darò il massimo e spero che questo basti per mettere in buona luce la sezione di Ragusa. Un ringraziamento va alla mia famiglia ed a tutta la sezione, perché sono fonte di crescita personale ed umana.

 

 

frascaGiuseppe Frasca:

È un piacere rispondere a questa domanda, perché credo che con l’umiltà e il sacrificio, si possa arrivare lontano. Come si è appena menzionato nella domanda, io e miei colleghi Samuele, Alessandro e Giovanni, siamo prossimi ai ranghi regionali, ed è una cosa che personalmente mi rende molto orgoglioso. Ovviamente ogni partita è come una finale di Champions, va arbitrata con impegno massimo e nel miglior modo possibile, perciò mai perdere l’umiltà, ma soprattutto l’impegno durante tutto il campionato.Un ringraziamento particolare va al mio Presidente di sezione, Andrea Battaglia, un uomo di sani principi e che stimo in modo particolare.

 

cultreraSamuele Cultrera:

L’auspicio è dei migliori, la concretezza del passaggio bisogna guadagnarsela. Non avrei mai immaginato che già adesso avrei potuto avere quest’occasione, difatti proprio all’inizio di quest’anno arbitravo ancora giovanissimi regionali, ed invece già da un mese mi ritrovo ogni domenica in gare di seconda o terza categoria. Adesso la cosa più importante è fare molta esperienza e trarre insegnamento da chiunque voglia darmi suggerimenti, ad iniziare dal Presidente Andrea Battaglia, sincero e schietto in tutte le situazioni e dalla seziona tutta perchè ogni singolo consiglio può essere un passo importante della mia esperienza. Sono in una sezione che punta in alto, con tanti colleghi che si stanno facendo strada, e spero che un giorno possa essere anch’io tra questi, ascoltando chi ha più esperienza e mettendo in pratica tutto ciò che imparo. Credo che l’unica cosa che io debba fare è imparare il più possibile ed arbitrare al meglio.

 

 

fireraAlessandro Firera:

La possibilità di poter arbitrare in un campionato più ostico e con un livello tecnico maggiore, suscita in me tanta trepidazione e nel contempo tanta soddisfazione personale, perché vedo ripagati tutti gli sforzi che sto facendo con gli allenamenti e nel mettere in atto tutti quegli accorgimenti profusomi, partita dopo partita, dagli osservatori che mi hanno visionato.Sono consapevole che bisognerà conquistarsi il passaggio di categoria volta per volta, per questo il mio impegno sarà sempre massimo. Ringrazio tutta la sezione nel nome del Presidente Andrea Battaglia, che mi fa sentire parte di una grande famiglia.

 

  Buona fortuna ragazzi e ricordate: ”NOI tifiamo per VOI ”.

 

                                                                                                                                                Antonino Macca

Related Posts