Al Presidente dell’AIA Marcello Nicchi la cittadinanza onoraria di Comiso

1“Per avere, in qualità di presidente dell’AIA, promosso e difeso i valori fondamentali dello sport, contro ogni violenza, affermando l’idea e il principio che il calcio, attraverso il gioco di squadra, la lealtà, la disciplina, il rispetto per l’avversario e per le regole, diventi uno straordinario strumento di coesione sociale, di convivenza pacifica, di tolleranza, di promozione dei diritti umani”. Con queste motivazioni la città di Comiso, in provincia di Ragusa, ha conferito ieri la cittadinanza onoraria a Marcello Nicchi. “E’ con grande emozione che divento Cittadino Onorario di questa bellissima città – ha detto il Presidente dell’Associazione Italiana Arbitri – Sono molto legato alla mia terra, alla mia Toscana, alla mia Arezzo, ma da oggi porterò onore e gratitudine nel mio cuore a questa mia nuova seconda casa”.

La cerimonia, alla presenza delle massime autorità civili, sportive e religiose della provincia, si è tenuta nella sala del consiglio comunale della cittadina ragusana. Prima della consegna dell’alto riconoscimento, di particolare rilievo gli interventi del Sindaco di Comiso, Filippo Spataro, del presidente del Consiglio Comunale Luigi Bellassai, del presidente del Comitato Regionale Sicilia, Michele Cavarretta, del delegato provinciale FIGC Claudio La Mattina, del rappresentante del vescovo, del presidente della sezione AIA di Ragusa Andrea Battaglia, il deputato Matteo Orfini e il deputato regionale Giuseppe Di Giacomo, che hanno sottolineato il valore profondo del rispetto delle regole, e l’importante e straordinario strumento di aggregazione, di integrazione e di crescita che lo sport rappresenta.

Un evento di straordinaria rilevanza associativa per la sezione, fortemente voluto e organizzato nei minimi dettagli dal vice presidente vicario e presidente il Consiglio Comunale di Comiso Luigi Bellassai, vissuto intensamente, a cui nessuno degli associati è voluto mancare, partecipando attivamente. Numerosi anche gli ospiti che hanno arricchito e dato maggiore risonanza all’avvenimento con la loro presenza, come Rosario D’Anna (osservatore CAN B), Salvatore Marano (componente CAN D), Salvatore Occhipinti (componente CAI), Gigi Flaccomio (settore tecnico). E’ stata anche l’occasione per presentare e donare agli ospiti il nuovo gagliardetto della sezione, un bel lavoro svolto da Antony Lisa.

DSCF2832 DSCF2908 DSCF2910 DSCF2851 DSCF2854 DSCF2856 DSCF2865 DSCF2872 DSCF2925 DSCF292935

L’Assemblea organizzativa e tecnica dei Presidenti di Sezione

IMG-20170922-WA0006A Colli del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, l’Assemblea dei Presidenti delle Sezioni AIA italiane. Due giornate durante le quali vengono affrontate tematiche organizzative e tecniche. Dopo un saluto di benvenuto del Presidente del Comitato Regionale Arbitri delle Marche Carlo Ridolfi, l’Assemblea è stata ufficialmente aperta dal Presidente dell’AIA Marcello Nicchi.
Presenti, oltre ai Presidenti delle 209 Sezioni, anche tutto il Comitato Nazionale, i Responsabili degli Organi Tecnici Nazionali, ed i Presidenti dei CRA e CPA. Successivamente ha preso la parola il Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange che, attraverso la visione di filmati, ha analizzato di alcuni episodi con i video test ed ha presentato il materiale didattico.
Sono quindi intervenuti i vari componenti del Comitato Nazionale dell’AIA Alberto Zaroli (che ha presentato la Referee Run e parlato di KPI), Michele Conti (su pratiche come congedi e riammissioni all’AIA), Stefano Archinà (sul progetto dell’OA Day), Umberto Carbonari (sui temi riguardanti la Commissione Paritetica), Giancarlo Perinello (sulla riforma del Regolamento) e Maurizio Gialluisi (sugli adempimenti amministrativi). Filippo Capellupo, Responsabile dell’Osservatorio, ha invece tracciato il bilancio sui dati rilevati agli episodi della scorsa Stagione Sportiva in tema di violenza sugli arbitri.
A seguire sono saliti sul palco i vari Responsabili degli Organi Tecnici Nazionali: Nicola Rizzoli (CAN A), Emidio Morganti (CAN B), Danilo Giannoccaro (CAN PRO), Matteo Trefoloni (CAN D), Andrea Gervasoni (CAI), Angelo Montesardi (CAN 5) e Marcello Caruso (CAN BS). Un saluto è stato poi portato da Gianluca Rocchi in qualità di rappresentante degli arbitri in attività.
Nella prima giornata ci sono stati anche gli interventi di Valerio Di Stasio (Commissione Esperti Legali) che ha presentato il massimario e le attività svolte, e di Simone Mancini (Responsabile della Commissione Informatica) che ha presentato i nuovi progetti dell’AIA in questo settore.
Nella seconda parte dell’Assemblea la presenza del Ministro allo Sport Luca Lotti. “E’ la prima volta che un Ministro partecipa ad evento dell’Associazione Italiana Arbitri – ha detto Nicchi – Sono grato per l’attenzione che le Istituzioni prestano al nostro lavoro”.
Emozionante, durante la riunione, la proiezione di un video con un’intervista inedita a Stefano Farina in cui parla dei giovani e della figura dell’arbitro di calcio.

In rappresentanza della nostra Sezione il Presidente Andrea Battaglia.

Giuseppe La Barbera

A.I.A Sezione di Ragusa