L’esperienza di Renato Faverani arricchisce gli arbitri ragusani

IMG-20171123-WA0050Si scrive un’altra bella pagina della storia della Sezione, con la programmata riunione obbligatoria di venerdì 17 novembre che lascerà il segno. Una lezione di tecnica calcistica attraverso aneddoti o rievocazioni di episodi; di maturità calcistica attraverso le varie tappe della vita associativa; una lezione di norme comportamentali che rappresentano il top per un arbitro o assistente che dir si voglia.
Questo è stato Renato Faverani: quasi due ore di excursus attraverso le esperienze personali maturate su centinaia di campi di gioco e in qualsiasi competizione o campionato. Un tempo lunghissimo per mantenere alta l’attenzione, ma nessuno dei presenti ha manifestato stanchezza nell’ascoltare l’ex assistente di Nicola Rizzoli nella finale dei campionati mondiali di Rio de Janeiro del 2014, unitamente all’altro italiano Andrea Stefani. E poi ancora tanti ricordi rievocati per essere da stimolo ai ragazzi che domenicalmente scendono sul terreno di gioco, siano essi in qualità di arbitro o come assistente. E dall’alto della sua grandissima esperienza di assistente arbitrale – sempre al top nelle sue prestazioni e da sempre considerato il numero uno mondiale – non ha lesinato suggerimenti sui modi per ottenere costantemente prestazioni ottimali.
Oggi Renato Faverani, opera da dietro una scrivania ma il cuor suo è sempre finalizzato a trasmettere ai giovani le dritte necessarie per migliorarsi. Da Componente della Commissione della Lega Pro, nella quale operano gli associati ragusani Rosario Spata, Luigi Bellassai e Martina Bovini, Renato Faverani è sempre in giro per l’Italia per andare a vedere il percorso degli arbitri che operano nel difficilissimo campionato gestito dalla CAN PRO.
Una serata da incorniciare per la Sezione, durante la quale l’ospite si è soffermato su alcuni video per fare capire ai presenti come la concentrazione sia la componente principale per un assistente e per il direttore di gara, che devono essere sempre in grado di dare la giusta lettura alla gara nella quale sono impegnati. Felicissimo il Presidente della Sezione, Andrea Battaglia: «Questi eventi danno lustro alla nostra Sezione ed al nostro modo di fare sport. La presenza di Renato Faverani ha avuto un grande impatto sui nostri associati e sarà sicuramente positiva per il futuro di tutti noi».
La conclusione della riunione si è avuta con la consegna di alcuni gadget all’illustre ospite. Poi il convivio serale.

Giovanni Calabrese

Visita Componente CAN D Giancarlo Rubino

rtoSabato 25 Marzo 2017 alle ore 18, presso i locali sezionali, incontreremo il componente CAN D Giancarlo Rubino come da programma deliberato dal comitato nazionale e dal Presidente Marcello Nicchi. Si prega la massima presenza di tutti per onorare il collega CAN D, soprattutto gli arbitri e gli osservatori che svolgono attività a livello nazionale.

A.I.A Sezione di Ragusa

 


Terza RTO con Bovini e Spadaro

1Terza Riunione Tecnica Obbligatoria tenuta da Martina Bovini e Paolo Spadaro sulla figura dell’Assistente Arbitrale, soffermandosi in particolar modo sulle caratteristiche e sul ruolo che da qualche anno a questa parte sono ormai diventati notevolmente impegnativi, evolvendosi e in cui sono necessarie preparazione e grande diligenza e sollecitudine. Martina, assistente alla CAN D per il terzo anno, e Paolo, assistente in Eccellenza, hanno focalizzato le caratteristiche principali che deve avere un assistente: concentrazione, allineamento, collaborazione e rapidità, con l’ausilio di filmati che ritraevano gare dirette da entrambi, rispondendo alle numerose domande dei giovani partecipanti.

Seconda RTO con Rosario Spata e Claudio La Mattina

IMG-20161021-WA0001Venerdì scorso Riunione Tecnica con Rosario Spata, vice presidente e osservatore in CAN PRO, e Claudio La Mattina, delegato della FIGC di Ragusa.

Dopo la premessa del presidente Andrea Battaglia, Rosario Spata ha affrontato il tema dell’arbitro prima durante e dopo la gara, soffermandosi in particolare sugli aspetti tecnici, tattici e comportamentali, con dovizia di particolari e trasferendo soprattutto ai più giovani tutta l’esperienza e le competenze maturate nella sua carriera da arbitro, assistente e osservatore.

Significativa la visita del delegato provinciale della FIGC Claudio La Mattina che ha illustrato le iniziative e gli eventi che dall’inizio del suo mandato ha posto in essere per la tutela dell’arbitro e della sua figura, nei confronti di tutte le componenti del mondo calcistico, indicando anche le modalità per l’invio dei referti e i contatti con il Comitato stesso. Presente anche il componente del Comitato Provinciale FIGC Giuseppe Balzano.

Consigli e indicazioni di come rapportarsi con il Comitato, delle modalità e della tempistica di recapito dei referti sono stati delucidati dal vice presidente onorario e da quest’anno delegato AIA presso la delegazione provinciale FIGC Michele Tasca.

A concludere la riunione, il presidente Andrea Battaglia, che dopo aver ringraziato gli ospiti per la loro presenza, ha concluso con un intenso e coinvolgente discorso per stimolare i giovani arbitri a dare il massimo in tutte le loro attività e trarre le maggiori emozioni da ogni tappa del loro percorso.

Foto di Paolo Spadaro.

IMG-20161021-WA0004IMG-20161021-WA0003 IMG-20161021-WA0000

Prima Riunione Tecnica con Luigi Bellassai

1Il codice etico e comportamentale è stato il tema della prima Riunione Tecnica della stagione, tenuta dal vice presidente vicario Luigi Bellassai, venerdì 7 ottobre alle ore 19,30. Attraverso le slide, sono state illustrate e analizzate tutte le norme comportamentali ed etiche degli associati, nel rispetto dello statuto, delle regole e dei rapporti interpersonali in ambito associativo e nella vita quotidiana, soffermandosi in modo particolare sull’uso corretto dei social.

Ha aperto la riunione il presidente Andrea Battaglia, che ha comunicato le modalità operative sulla compilazione dei referti e dell’invio degli stessi al Giudice Sportivo. Presente anche il presidente regionale della Associazione Italiana Calciatori Gino Giacchi.

Foto di Paolo Spadaro

23 4